FANDOM


Quote1 Sai qual'è la differenza tra un leone e un gay? Quote2
~ Prima fase dello scherzo: la domanda.
Quote1 Che un leone non si fa mettere la mano sulla spalla! Quote2
~ La fase decisiva dello scherzo.
Manosullaspalla

Chhi ha mai detto che tra politici non si scherza?

Quello della differenza tra un leone e un gay è una battuta tipica dei bimibiminkia, dei tamarri, dei truzzi e dei tEEn che gioca sull'omofobia dei bambini in età scolare.

SvolgimentoModifica

Fase uno: l'approccioModifica

Cetto6

Ecco, appunto...

Un simpatico giovanotto ti si avvicina mettendoti la mano sulla spalla. Dopodiché, con molta naturalezza, seppur con l'accenno di un sorriso malizioso, ti chiederà qual è la differenza tra un leone e un gay.

Fase due: lo scherzoModifica

Dopo che avrai chiesto candidamente qual è questa differenza, il nostro ragazzo risponderà ridacchiando: che un leone non si fa mettere la mano sulla spalla!

Fase tre: la fugaModifica

Tu, naturalmente imbestialito, lo inseguirai per una decina di metri per tentare vanamente di strangolarlo, ma ormai è troppo tardi, è già lontano.

Fase quattro: la vendettaModifica

Mano sulla spalla2

Non ci si risparmia nemmeno tra innamorati...

Ancora deciso a fargliela pagare, ti metti ad escogitare uno scherzo ancora più perfido, ma non funziona. Figuriamoci se sei abbastanza intelligente da riuscirci!!!

Impatto culturaleModifica

Mudflap-landmine

Nemmeno tra robot...

L'ancora diffusa omofobia generale gioca un ruolo cruciale nella messa in atto dello scherzo. Ciò comporta risultati più efficaci per quanto riguarda le vittime che, ovviamente, se la prenderanno con l'autore dello scherzo.